Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

“Cresce la rabbia dei giovani per la politica corrotta” avvertivano i Vescovi un anno fa

Immagine
BURKINA FASO,Ouagadougou (Agenzia Fides) - Una società giovane e arrabbiata per la mancanza di prospettive a causa di una politica corrotta, ma anche più consapevole e informata grazie alla diffusione delle nuove tecnologie. Era questo il quadro delineato dai Vescovi del Burkina Faso in una Lettera Pastorale pubblicato il 15 luglio 2013. Un quadro che può fornire una chiave di lettura per quanto sta accadendo in queste ore nel Paese.
“Il 46,4% della popolazione burkinabé ha meno di 15 anni, il 59,1% ha meno di 20 anni” ricordavano i Vescovi. “Questa gioventù (..) è insoddisfatta e smarrita a causa dell’assenza di modelli sociali. L’immagine di chi esercita il potere è alquanto negativa, perché è offuscata dalla corruzione e dal clientelismo. Da qui la tentazione di una parte dei giovani di covare sotto la cenere la violenza basata sul risentimento o di impegnarsi in affari poco trasparenti, se non in vere e proprie relazioni di stampo mafioso, al fine di procurarsi rapidamente del den…

I religiosi cattolici si preparano all'Anno della Vita Consacrata

Immagine
SIRIA, Damasco (Agenzia Fides) - Circa cinquanta religiosi e religiose cattolici provenienti dalla regione di Damasco e appartenenti a 16 diverse congregazioni e istituti di vita consacrata hanno preso parte nella mattinata di oggi a un incontro con il Vescovo Georges Abou Khazen OFM e con l'Arcivescovo Mario Zenari, Nunzio apostolico in Siria. La riunione, ospitata dal convento francescano nel quartiere damasceno di Bab Tuma, nella Città Vecchia, è servita a confrontarsi sulle urgenze poste alla vita religiosa dal tempo presente, segnato dal conflitto e dalla miseria crescente che tormentano la popolazione siriana da più di tre anni. All'incontro ha partecipato anche mons. Giovanni Pietro Dal Toso, Segretario del Pontificio Consiglio Cor Unum, che ha potuto ascoltare i racconti e le testimonianze sull'opera apostolica condotta dai religiosi e dalle religiose in contesti segnati dal dolore e dalla paura.
“L'incontro - riferisce all'Agenzia Fides il Vicario apost…

Le famiglie degli studenti scomparsi dal Presidente, Papa Francesco invita a pregare

Immagine
MESSICO,Chilpancingo (Agenzia Fides) – "Oggi vorrei fare una preghiera e portare vicino al nostro cuore al popolo messicano, che soffre la scomparsa dei suoi studenti, e molti problemi simili. Che il nostro cuore di fratelli sia vicino loro in preghiera in questo momento": queste le parole di Papa Francesco pronunciate ieri, 29 ottobre, all’udienza generale del mercoledì. Il Santo Padre si unisce così al popolo messicano che continua a vivere con angoscia la vicenda degli studenti rapiti (vedi Fides 10/10/2014). Nel frattempo la comunità cattolica di Iguala, Guerrero, ha organizzato una marcia per la pace e una veglia di preghiera nelle parrocchie.Secondo una nota pervenuta all’Agenzia Fides, i familiari dei 43 studenti rapiti sono a Città del Messico per incontrare il Presidente della Repubblica, Peña Nieto, e chiedere risposte chiare sulla vicenda. Il Procuratore generale ha parlato ieri riguardo ai corpi ritrovati nelle fosse comuni a Cocula (a 30 minuti da Iguala), dicen…

La fe mueve hacia la verdad. Rompé el silencio

Immagine
(... El Video... aquí...)
El presidente de Conferencia Episcopal Argentina pide aportar datos sobre bebés robados en tiempos de dictadura.

“Nos sentimos comprometidos a fin de seguir buscando la verdad, en la certeza de que ella nos hará libres.
Exhortamos a quienes tengan datos sobre el paradero de niños robados o conozcan lugares de sepultura clandestina, que se reconozcan moralmente obligados a acudir a las autoridades pertinentes.”
Así se expresó a través de un spot audiovisual monseñor José María Arancedo, arzobispo de Santa Fe y presidente de la Conferencia Episcopal Argentina.
Acompañan en las imágenes la presidenta de Abuelas de Plaza de Mayo Estela de Carlotto y Rosa Rozemblit, vicepresidenta de la misma institución.
Un paso adelante en la búsqueda de la verdad en la sociedad argentina.



Spot televisivo - 2014 - La fe mueve hacia la verdad:
https://www.youtube.com/watch?v=JIrI6Vvwshs

Sul Sinodo, Gianni Valente: Il Sinodo può andare avanti e raggiungere la sua meta solo se esiste ancora il Popolo di Dio – pastori e fedeli –, guidato infallibilmente dal sensus fidei

Immagine
"Il sismografo" in questi giorni si sta rivolgendo a diversi colleghi vaticanisti per chiedere un loro ulteriore contributo di analisi e commento in merito all'importante Assemblea straordinaria sinodale dedicata alla famiglia.
Gianni Valente, collaboratore di Vatican Insider, ci ha offerto la sua riflessione in risposta a questa domanda:
Senza entrare in complessi approfondimenti, quale  la caratteristica o riflessione che più ti ha colpito o che ritiene di notevole rilevanza di questo Sinodo?
"1) Dell’ultimo Sinodo mi ha colpito la sua incompiutezza. Condizione che racconta di una Chiesa in ricerca, in cammino. Entrata «in pazienza», per usare un’espressione di Papa Francesco («Questo vuol dire sopportare, portare sulle spalle il peso delle difficoltà, il peso delle contraddizioni, il peso delle tribolazioni», omelia nella cappella di Santa Marta, 7 maggio 2013). 
Una Chiesa che non è apparsa assorbita solo dalla cura di confezionare sicure tute anti-Ebola perchè la V…

Spot dei Vescovi: dove sono i bambini scomparsi durante il terrorismo di Stato?

Immagine
ARGENTINA, Buenos Aires (Agenzia Fides) – Per la prima volta nella storia argentina, i Vescovi chiederanno pubblicamente notizie sui bambini scomparsi durante l’ultima dittatura. Il Presidente della Conferenza Episcopale Argentina, Sua Ecc. Mons. José María Arancedo, Arcivescovo di Santa Fe de la Vera Cruz, ha infatti registrato uno spot insieme ad alcune "Abuelas de Plaza de Mayo" (Nonne di Plaza de Mayo), in cui chiede, a nome di tutti i Vescovi, che quanti sono in possesso di informazioni al riguardo, le forniscano alle autorità.
“Esortiamo le persone che hanno informazioni sul luogo in cui sono stati i bambini sequestrati, o siano a conoscenza dei luoghi di sepoltura clandestina, a riconoscere l'obbligo morale che hanno di riferirlo alle autorità competenti” riporta la nota pervenuta a Fides, come parte del messaggio di Mons. Arancedo. Lo spot andrà in onda da questi giorni e per un mese su tutte le reti televisive e radiofoniche.
Di recente il Presidente della Comm…

“Rispetto per i prigionieri politici” chiede il Card. Urosa Savino

Immagine
VENEZUELA, Caracas (Agenzia Fides) – L'Arcivescovo di Caracas, il Cardinale Jorge Urosa Savino, ha chiesto il rispetto per i prigionieri politici. La nota inviata a Fides da una fonte locale riferisce che durante la celebrazione del 150° anniversario della nascita del Venerabile José Gregorio Hernández Cisneros, svoltasi domenica scorsa, 26 ottobre, il Cardinale ha invitato le autorità del Venezuela a rispettare i prigionieri politici nel paese.
A questo proposito ha citato tra gli altri il leader del Partito "Voluntad Popular", Leopoldo Lopez, i sindaci Enzo Scarano e Daniel Ceballos, e il Commissario Salvatore Lucchese, che sono detenuti nel centro penitenziario Ramo Verde (Los Teques), "imputati senza prove, sottoposti a un giudizio indebito, senza un giusto processo, maltrattati in carcere e minacciati adesso di essere trasferiti chissà dove" ha detto il Cardinale.
“Oggi che siamo davanti all’esempio di una personalità grande come il dottor Hernandez Cisne…

I fondi per i rifugiati sottratti da funzionari corrotti. L'Arcivescovo Nona: rubano a povera gente che ha perso già tutto

Immagine
IRAQ, Baghdad (Agenzia Fides) – Un'inchiesta parlamentare è in corso per verificare e punire fenomeni di corruzione riguardanti i fondi destinati alle famiglie di rifugiati costretti a abbandonare le proprie case davanti all'offensiva dei jihadisti dello Stato islamico. Lo rivelano fonti locali consultate dall'Agenzia Fides. La distrazione di fondi sarebbe opera soprattutto di alcuni funzionari e impiegati del Ministero per l'emigrazione e l'evacuazione. Alcuni di loro avrebbero applicato tangenti al trasferimento di fondi destinati ai profughi. Problemi nella gestione dei fondi sono stati ammessi anche dal vice-ministro Salam al-Khafaji, secondo il quale molti membri del personale ministeriale si sarebbero procurati falsi documenti per poter fruire degli aiuti destinati ai rifugiati. In alcuni casi le stesse famiglie destinatarie degli aiuti governativi si sarebbero viste rivolgere richieste di tangenti da parte di funzionari corrotti. Secondo i dati forniti da…

Incontro Mondiale dei Movimenti Popolari: i rappresentanti Cileni a Roma

Immagine
CILE, Aysen (Agenzia Fides) – Incoraggiati da Papa Francesco a “costruire una Chiesa povera e per i poveri”, oltre 100 laici, leader di gruppi sociali, 30 vescovi impegnati con le realtà e movimenti sociali nei loro paesi, e circa 50 operatori pastorali, nonché alcuni membri della Curia romana, parteciperanno all'Incontro Mondiale dei Movimenti Popolari che si tiene a Roma dal 27 al 29 ottobre, organizzato e promosso dal Pontificio Consiglio della “Giustizia e della Pace”, in collaborazione con la Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

Dal Cile partecipano il Vicario apostolico di Aysén, Sua Ecc. Mons. Luis Infanti Della Mora e Francisca Rodriguez di Santiago, direttrice della “Anamuri” “Associazione nazionale delle donne rurali ed indigene”. Mons. Infanti è sempre stato mediatore di gruppi sociali soprattutto nella difesa del diritto dell'acqua. Infatti per lui la proprietà dell'acqua è anche una questione di sovranità, come ha ripetuto diverse volte, citando il ca…

La Chiesa in prima linea per la pace in Nagaland

Immagine
INDIA, Dispur (Agenzia Fides) – “Non bisogna perdere la speranza per la pace, ma costruirla anche quando i risultatai tardano ad arrivare”. È quanto dice in un nota inviata all’Agenzia Fides l’Arcivescovo salesiano Thomas Menamparampil, Arcivescovo emerito di Guwahatie attualmente amministratore apostolico della diocese of Jowai, che ha svolto un ruolo chiave negli ultimi sviluppi del percorso di riconciliazione in Nagaland, stato dell’India Nordorientale attraversato da conflitti e tensioni sociali e politiche.
“Gli sforzi di pace – racconta l’Arcivescovo – erano a un punto morto e circa 10.000 tribali adivasi, cacciati dal Nagaland, stavano perdendo la speranza di ritornare nelle loro terre. Ma i leader di tutte le Chiese del Nordest si sono riuniti lanciando un'iniziativa unitaria per la pace, ispirata dalla missione di uno specifico ‘Peace Team’, già intervenuto in passato nel Nordest”.
Quella iniziativa ha sciolto dei nodi e ammorbidito le posizioni: Tarun Gogoi, il Primo Min…

Le Filippine, locomotiva per l’abolizione della pena di morte in Asia

Immagine
FILIPPINE, Manila (Agenzia Fides) – Le Filippine intendono essere un paese locomotiva dell’Asia nella campagna per l’abolizione della pena di morte: è quanto affermano attivisti , politici, leader religiosi alla vigila di una conferenza continentale per che si tiene a Manila il 27 e 88 ottobre. Proprio per questo impegno, le Filippine, nazione esemplare nel contente, guideranno la prima Conferenza asiatica internazionale “Non c'è giustizia senza vita”, focalizzata sulla campagna di abolizione della pena capitale. Vi partecipano Ministri della giustizia di diverse nazioni, funzionari pubblici, sindaci, rappresentanti religiosi, testimoni della lotta per la giustizia e per i diritti umani provenienti da diversi paesi asiatici come Filippine, India, Giappone, Indonesia, Sri Lanka, Mongolia, Laos, Cambogia, Vietnam e altri.
La Conferenza – organizzata dal Dipartimento di giustizia delle Filippine e dalla Comunità di Sant'Egidio, in collaborazione con il Comune di Mandaluyong, n…

Il Cardinale Terrazas è un apostolo dei poveri: la Chiesa lo difende

Immagine
BOLIVIA, La Paz (Agenzia Fides) – “E' noto a tutti il percorso del Cardinale Julio Terrazas a favore dei gruppi più poveri del paese e la sua difesa incondizionata della verità e della giustizia sociale. Come Chiesa, sosteniamo con forza la sua testimonianza di vita e la sua parola profetica e siamo profondamente dispiaciuti per gli insulti e attacchi ingiusti, pervenuti da quanti ignorano il suo impegno”: è quanto si legge in un comunicato della Conferenza Episcopale Boliviana (CEB), inviato a Fides, in cui si esprime pieno sostegno al Cardinale Julio Terrazas. Il testo, inoltre afferma di “mantenere viva la speranza di una futura visita di Papa Francesco in Bolivia”.
Il testo dei Vescovi è stato letto dal segretario della CEB, Mons. Eugenio Scarpellini, che ha respinto al mittente le dichiarazioni di una alta autorità politica contro la persona del Cardinale Terrazas. Secondo quanto raccolto dai media locali, il presidente della Camera di deputati, Marcelo Elío, dando la notizi…

Rete ecclesiale Pan-Amazzonica: una priorità per la Chiesa del Brasile

Immagine
BRASILE,Brasilia (Agenzia Fides) – “Preparare la 53a Assemblea Generale della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile (CNBB), sarà il nostro compito principale”, ha detto l'Arcivescovo di Aparecida e Presidente della CNBB, il Cardinale Raymundo Damasceno Assis, ai Vescovi del Consiglio permanente, che sono riuniti a Brasilia (dal 21 al 23 ottobre) presso la sede della CNBB. La nota inviata all’Agenzia Fides riferisce che la 53a Assemblea Generale della CNBB, che si terrà dal 15 al 24 aprile 2015 ad Aparecida, avrà come tema centrale le linee guida pastorali e le elezioni dei Presidenti delle diverse Commissioni episcopali per un periodo di quattro anni. 
La riunione del Consiglio permanente in corso è dedicata anche a temi importanti, come il Sinodo straordinario dei Vescovi, la Pastorale dei Pescatori, la Scuola di Formazione per Formatori, la creazione della rete ecclesiale Pan-Amazzonica (vedi Fides 17/9/2014). A questo proposito, ieri 21 ottobre, sono state presentate le co…

“Rispettate l’alternanza democratica” esortano i Vescovi africani

Immagine
CAMERUN, Yaoundé (Agenzia Fides) - “La chiusura delle frontiere non è la soluzione a Ebola” afferma il comunicato finale della riunione annuale del coordinamento del Simposio delle Conferenze Episcopali di Africa e Madagascar (SECAM/SCEAM) che si è svolto dal 15 al 18 ottobre a Doula, in Camerun. Nel comunicato, pervenuto a Fides, si ricordano le sofferenze delle popolazioni dei Paesi africani colpiti dalla febbre emorragica e si esorta ad essere “inventivi” nella ricerca di soluzioni.
Un altro punto affrontato dal comunicato è quello della democrazia in Africa, sottolineando che “il rifiuto dell’alternanza democratica e la mancanza di rispetto della legge fondamentale sono all’origine di tensioni e di situazioni di disordine in diversi Paesi africani”. Si fa appello quindi “al rispetto delle Costituzioni e dell’alternanza democratica, base di ogni sviluppo duraturo”.
Uno sviluppo che può essere reso possibile, ricorda il documento, dal corretto sfruttamento delle risorse naturali …

Ebola, non solo morte e sofferenze: MSF festeggia il millesimo sopravvissuto

Immagine
LIBERIA, Foya (Agenzia Fides) - Dall’inizio dell’epidemia di ebola in Africa occidentale, oltre 4.500 pazienti sono stati ricoverati nei centri di trattamento allestiti dalla ong Medici Senza Frontiere. Più di 2.700 di loro sono risultati positivi al virus. Tra tante perdite e sofferenze, ci sono anche storie di sopravvissuti. Secondo un comunicato di MSF inviato a Fides, proprio ieri il centro di Foya ha festeggiato la guarigione del millesimo sopravvissuto tra tutti i pazienti curati nei progetti in Guinea, Sierra Leone e Liberia dal marzo scorso, quando l’organizzazione ha iniziato a rispondere all’emergenza in Africa occidentale.
Il padre del ragazzo guarito lavora per l’ong come promotore della salute, visitando i villaggi e sensibilizzando la popolazione sul virus. Dopo aver perso la moglie, il fratello, infermiere che si era preso cura della moglie, le due figlie più piccole, l’unico sopravvissuto era il maggiore dei suoi figli, di 18 anni, che viveva a Monrovia nella casa do…

Il gruppo “Antibalaka” costringe i Salesiani a chiudere le scuole

Immagine
REPUBBLICA CENTRAFRICANA, Bangui (Agenzia Fides) – Il gruppo “Antibalaka” era sorto a Bangui per proteggere la popolazione dalla guerra in corso nel Paese da oltre un anno e mezzo. Ora si è rivolto contro la stessa popolazione: “stanno commettendo saccheggi e stupri, inoltre ci hanno costretti a chiudere le scuole a Galabadja e Damala” avvertono i salesiani impegnati nella zona. Entrambe le opere avevano deciso di aprire le porte della scuola ai bambini e ai giovani, affinché non perdessero altre ore di formazione. “Andare a scuola, poi, li aiutava ad avere una routine, delle abitudini, e dimenticare la violenza in cui vivono” spiegano in una nota dell’Ans inviata a Fides. “Ci sono barricate nelle strade oltre a molte armi in circolazione e la gente non lascia le proprie case per paura.” Attualmente le missioni salesiane a Bangui accolgono oltre 1.400 persone sfollate a causa del conflitto. La violenza scatenata nei giorni scorsi impedisce ai religiosi di uscire dalla missione e non …

Confermata dalla Corte di Appello la condanna a morte per Asia Bibi

Immagine
PAKISTAN, Lahore (Agenzia Fides) – L’Alta Corte di Lahore, tribunale di secondo grado, ha confermato questa mattina la sentenza di condanna a morte per Asia Bibi, la donna cristiana pakistana accusata di blasfemia e condannata in primo grado nel 2010. Lo conferma all’Agenzia Fides uno degli avvocati del pool difensivo della donna, il cristiano Naeem Shakir, informando che il ricorso presentato dalla difesa è stato respinto. Nell’udienza tenutasi stamane, dalle 9,30 del mattino alle 13,30, davanti al collegio presieduto dal giudice Anwar ul Haq, la difesa ha presentato le sue argomentazioni scritte che smontavano l’impianto accusatorio, smascherando testimoni poco credibili e la evidente costruzione di false accuse. “Il giudice ha ritenuto valide e credibili le accuse delle due donne musulmane (due sorelle) che hanno testimoniato sulla presunta blasfemia commessa da Asia. Sono quelle con cui Asia aveva avuto l’alterco e da cui è nato il caso”, ha spiegato Shakir, tradendo molta amarez…

Antes de legalizar la droga, hagamos los deberes

Immagine
Tres miradas sobre la estrategia por seguir ante el crecimiento de la venta ilegal de estupefacientes en el país - Por Jorge Eduardo Lozano  | Para LA NACION
En estos días se ha vuelto a tratar la cuestión de despenalizar la tenencia de droga para el consumo personal. Con el ánimo de aportar al debate comparto estas reflexiones. Los legisladores y gobernantes deben ejercer su función pública teniendo en cuenta a la población en general, y particularmente a los más pobres y frágiles. A la hora de legislar, ¿dónde ponemos la mirada acerca de los derechos vulnerados?
Hace poco los sacerdotes que viven en las villas y barrios pobres de la ciudad de Buenos Aires y algunos del conurbano escribieron una carta a la Presidenta. Ellos conviven con la problemática de los adolescentes y jóvenes que son adictos, los tienen en las puertas de las capillas, y están sirviendo, como dice Francisco, "la carne sufriente de Cristo en el pueblo". En esa carta expresan que "este flagelo pone…

Liberate quattro donne rapite insieme a padre Hanna; nessun messaggio dai rapitori

Immagine
SIRIA, Aleppo (Agenzia Fides) – Nella giornata di ieri sono state liberate le 4 donne che facevano parte del gruppo di circa venti ostaggi sequestrati da una banda armata insieme a padre Hanna Jallouf, parroco del villaggio siriano di Knayeh, nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 ottobre (vedi Fides 7/10/2014). Lo riferisce all’Agenzia Fides il Vescovo Georges Abou Khazen OFM, Vicario apostolico di Aleppo per i cattolici di rito latino. “Alle donne liberate - spiega il Vescovo Abou Khazen - i rapitori non hanno detto niente. Non sono state nemmeno interrogate”. Fonti locali confermano che i sequestratori erano armati. Finora gli autori del sequestro non hanno fatto pervenire alcun messaggio ai parenti e agli amici dei sequestrati, non si sono qualificati e non hanno fatto rivendicazioni. Ma il numero così cospicuo dei rapiti lascia intuire che non si tratti di banditi comuni. La Custodia Francescana di Terra Santa ha attribuito il sequestro collettivo ad una brigata di Jabhat al-Nusr…

Mexico, No debemos acostumbrarnos a vivir en la violencia

Immagine
A LA COMUNIDAD CATÓLICA,
A TODOS LOS HERMANOS EN CRISTO
Y A TODO EL PUEBLO DE BAJA CALIFORNIA SUR
Les escribo haciendo mía la preocupación de muchos hermanos que viven en medio de la angustia por la violencia que, en forma acelerada, va a la alza en la que hasta hace poco tiempo fue una tierra pacífica. Antes de Odile se hablaba de diez y hasta quince ejecuciones, mismas que cimbraron a nuestra sociedad, pero no faltan los que dicen “eso es lo que sabemos, hay muchos filtros en la información, ¿cuántos más habrá?”
Odile nos hizo olvidar temporalmente este problema, pero la violencia ha resurgido y este clima nos obliga a hacer un alto y reflexionar de una manera responsable y propositiva. Vivimos una época en la que todo pasa rápido y la repetición de hechos nos lleva a acostumbrarnos a los mismos, perdiendo la capacidad de asombro. Hay que gritarlo en voz alta: No debemos acostumbrarnos a vivir en un clima de violencia, eso nos lleva a la indiferencia y a construir culpables alrededor, s…

Un gesuita: “Un network della solidarietà contro il network del terrore”

Immagine
 FILIPPINE, Davao (Agenzia Fides) – “Il network del jihadismo islamico e le sue implicazioni internazionali vanno tenute sotto stretto controllo nelle Filippine Sud”: lo dice all’Agenzia Fides il gesuita p. Albert Alejo SJ, Direttore dell’Istituto per il dialogo nell’Ateneo di Davao, città sull’isola di Mindanao.
Nelle Filippine Sud il gruppo terroristico di ispirazione islamica “Abu Sayyaf” ha annunciato di avere nelle proprie mani due ostaggi tedeschi (turisti di 74 e 55 anni, rapiti ad aprile 2014), minacciandone la decapitazione se entro il 10 ottobre la Germania non pagherà 4 milioni di euro e se non interromperà la sua cooperazione nella lotta allo Stato Islamico (IS) in Iraq e Siria.
“E’ vero che Abu Sayyaf è un piccolo gruppo. Ma questa adesione alle campagne internazionali è pericolosa e va monitorata. E’ probabile non vi sia un rapporto diretto di incontri con altri gruppi terroristi internazionali, è un rapporto mediato dalle connessioni dei mass-media e delle nuove tecno…